Le Collaborazioni

Dal 1998 l'AIAS è parte integrante della COFACE, la Confederazione delle Organizzazioni Familiari dell’Unione Europea.

COFACE è una Organizzazione radicata su tutto il territorio europeo, impegnata dal 1958 per riunire le organizzazioni delle famiglie in tutta Europa, con l’obiettivo di condurre discussioni e affrontare questioni importanti quali l’equilibrio tra lavoro e vita privata, il benessere dei bambini, la solidarietà tra le generazioni, i diritti delle famiglie migranti, dei disabili e delle persone dipendenti, di genere, l’educazione, l’istruzione, la salute, la tutela dei consumatori. Ma, soprattutto, il ruolo della COFACE è fondamentale per la tutela delle famiglie “speciali”, quelle che hanno a che fare quotidianamente con la disabilità. Forte di oltre 50 Organizzazioni associate in diversi Stati membri dell’Unione Europea, la COFACE dà voce a milioni di famiglie, moltissime delle quali con, al proprio interno, un componente disabile. Ed è stato soprattutto grazie all’azione dell’AIAS che la COFACE ha sviluppato al proprio interno una spiccata sensibilità nei confronti della disabilità, a partire dal 1998, anno in cui l’AIAS è formalmente entrata a farne parte, nonostante i rapporti fossero iniziati già dal 1985. Grazie alla compianta Franca Tavazzani, che per molti anni rivestì il ruolo di Vicepresidente Nazionale AIAS, la nostra Associazione, quindi, partecipò alle riunioni della COFACE e portò in Italia la Confederazione delle Organizzazioni Familiari dell’Unione Europea.
Nel 1998 fu fondata Coface Disability, allo scopo di migliorare la rappresentanza delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Coface Disability riunisce, oggi, 20 Associazioni Nazionali, tutte membri di COFACE, con l’intento di supportare le persone con disabilità a realizzarsi nell’arco della propria vita, soprattutto nel contesto familiare. La mission è quella di incrementare le sinergie esistenti tra le politiche nazionali e quelle europee, sulla base della Convenzione ONU sui diritti delle persone disabili (UNCRPD). Per ben trent’anni, Franca Tavazzani è stato il volto di AIAS in COFACE, rappresentando un vero trait d’union tra l’Associazione e le Organizzazioni Internazionali per la tutela delle famiglie e dei diritti dei disabili. L’incarico è stato ceduto, di recente, a Gaetano Santonocito, responsabile del Comitato AIAS della Lombardia.

Sito web: coface.it
L’Associazione Very Special Arts Italia, presente dal 1984 come ente di promozione e formazione di artisti con disabilità, rappresenta in Italia Very Special Arts International, parte integrante della “Kennedy Foundation for Performing Arts”, fondata nel 1974, presieduta da Jean Kennedy Smith, e diffusa in tutto il mondo. Il legame tra AIAS e Very Special Arts è fortissimo e dovuto, anche in questo caso, all’operato di Franca Tavazzani, che iniziò la sua attività in AIAS nel 1968 dedicandosi, da subito, ai rapporti con le Associazioni Internazionali. Nel 1979 contribuì alla costituzione della LEDHA, partecipando al progetto che vide in Edoardo Cernuschi (fondatore della Lega Italiana Diritti Persone con Handicap nonché padre di un bambino disabile) l’ispiratore dell’associazione in difesa dei diritti delle persone handicappate.

Tra le intuizioni più riuscite spicca il sodalizio con la famiglia Kennedy, che portò in Italia alla nascita della Very Special Arts. Franca Tavazzani riuscì negli anni ’70 ad entrare in contatto con Jean Kennedy, a conoscerla e ad entrarne in sintonia, come testimoniano i numerosi viaggi dell’ambasciatrice AIAS in America e la trasferta romana di Jean Kennedy. Un rapporto solido grazie al quale, complice ed artefice Franca Tavazzani, ebbe origine la straordinaria esperienza di Very Special Arts. Tra i programmi artistici realizzati negli anni, numerosissimi gli spettacoli del laboratorio teatrale “Diversi da chi?”, con artisti provenienti dalle diverse scuole ed istituti d’Italia ed alla presenza delle più alte cariche istituzionali, mostre, convegni, tournée in Italia ed all’estero e partecipazioni a Festival nazionali ed internazionali. Notevole, in proposito, la tournée realizzata nelle maggiori città d’Italia, proprio grazie al sostegno dell’AIAS.
Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha insediato ufficialmente l’Osservatorio permanente per l’integrazione degli alunni con disabilità il 10 gennaio 2012, conferendo – con decreto del Ministro Profumo del 30 dicembre 2012 – all’allora Presidente Nazionale dell’AIAS, Ing. Francesco Lo Trovato, la nomina di componente della Consulta delle Associazioni. Il Presidente Lo Trovato, a sua volta, ha delegato la Dott.ssa Licia Bonotto a partecipare agli incontri presso il MIUR, Ministero della Pubblica Istruzione, in qualità di Psicologa e responsabile del settore scolastico dell’AIAS.

L’Osservatorio Permanente per l’integrazione degli alunni con disabilità, ha compiti consultivi e propositivi attinenti alle problematiche interistituzionali e interprofessionali relative all’integrazione degli alunni con disabilità in ogni ordine e grado di scuola, con particolare riguardo a:
  • monitoraggio del processo di integrazione scolastica degli alunni in questione, allo scopo di facilitare e sostenere la piena attuazione degli obiettivi previsti dalla legge 5 febbraio 1992 n. 104, anche in attuazione al D.P.R. n.275/1999.
  • accordi interistituzionali per la “presa in carico” del progetto globale di vita e di integrazione degli alunni con disabilità, attraverso misure che sostengano la continuità educativa, l’orientamento scolastico e professionale, il collegamento con il mondo del lavoro
  • piena attuazione del diritto allo studio ed alla formazione degli alunni con disabilità
  • sperimentazione ed innovazione metodologico-didattica e disciplinare

    pareri su iniziative legislative e regolamentari.

Tra gli Organismi ministeriali istituiti per tutelare i diritti delle persone disabili, l’AIAS vanta la propria presenza anche all’interno dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità, Organismo facente parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Con la legge n. 18 del 3 marzo 2009, infatti, l’Italia ha ratificato la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, istituendo contestualmente l’Osservatorio, Organismo presieduto dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali. L’Osservatorio ha finalità consultive e di supporto tecnico-scientifico per l’elaborazione delle politiche nazionali in materia di disabilità. L’AIAS rientra tra i membri effettivi dell’Osservatorio, che nel suo regolamento annovera tra i componenti effettivi “i rappresentanti delle associazioni nazionali maggiormente rappresentative delle persone con disabilità”.

L'AIAS è rappresentata in seno all'OND con diversi esponenti della nostra Associazione nei diversi Gruppi di lavoro di cui si compone l'Osservatorio, coordinati poi da Gaetano Santonocito (AIAS Monza). Questi i Gruppi di lavoro e i membri dell'AIAS coinvolti in ognuno di essi. E' possibile contattare i referenti AIAS, inviando una mail con proposte e suggerimenti sui temi da affrontare in seno all'Osservatorio.

Sito web: osservatoriodisabilita.it

ENTI ADERENTI

L'Oasi di Torretta – Campobello di Mazara (Tp)
Centro fisiokinesiterapico – Lauro (Av)
Futuro Prossimo – Gravina di Catania (Ct)