La Storia

Dal 1954 ad Oggi

L’Associazione Italiana Assistenza Spastici è un'associazione privata senza scopo di lucro che, muovendo da uno spirito di volontariato, opera per tutelare e promuovere il diritto delle persone disabili alla riabilitazione, alla salute, all'educazione, all'istruzione, al lavoro e all'integrazione sociale, in armonia con quanto sancito dalla Costituzione Italiana e dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

Nata nel 1954 a Roma, oggi l’AIAS è presente sul territorio nazionale in 18 Regioni, grazie al sostegno di 8.500 Soci e alle attività di 96 Sezioni, di 4000 operatori e oltre mille volontari che operano in stretta collaborazione tra loro e con la sede centrale di Roma.

A fondare l'AIAS furono alcuni genitori di bambini cerebrolesi di Roma che, dopo aver constatato la carenza di strutture per i propri figli e avendo preso conoscenza delle iniziative associative in atto negli Stati Uniti ed in Gran Bretagna, sentirono l'esigenza di attivare in Italia una associazione privata in grado di provvedere alla prevenzione ed alla cura dei problemi legati agli esiti della paralisi cerebrale infantile e ai successivi aspetti esistenziali.

È il volontariato la spinta propulsiva che ha reso l’AIAS una delle prime Associazioni di disabili e per i disabili d’Italia e che ne ha fatto un’Associazione attiva e longeva, con i suoi oltre sessant’anni di attività.

Sin dalla sua nascita, l'AIAS svolge a livello nazionale attività di tutela dei diritti delle persone handicappate. Nata per sopperire alla carenza di strutture adeguate e di centri specializzati per la riabilitazione dei disabili, l’AIAS ha favorito la creazione di centri di riabilitazione e di scuole per la formazione di operatori, ha promosso e avviato la promulgazione di leggi, di normative e di quanto potesse servire all’integrazione sociale del disabile.

L’Associazione ha sempre assunto una visione globale del disabile, considerando basilare lo sviluppo della “cultura della disabilità” ma anche la propensione alla solidarietà. Ha da sempre voluto ribadire che ogni persona – a prescindere dalla condizione di handicap vissuta, dallo stato di salute o dall’età – ha il diritto inalienabile ad una vita libera, che sia il più possibile autonoma ed indipendente.

Considerati gli scopi sociali e lo spirito di volontariato che muove l'Associazione, l'AIAS è stata insignita dell'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica (Ente giuridico riconosciuto con DPR n. 1070 del 25/05/1968), è iscritta nel registro delle ONLUS e delle Associazioni di Promozione Sociale (n. 16 del Registro nazionale L. 383 del 7/12/2000).

I NUMERI A.I.A.S.

4000

Operatori

95

Sezioni

21000

Disabili assistiti

8000

Soci